Perchè in estate si gonfiano le gambe? Ecco le cause e i rimedi

Fa caldo e sei stata in piedi tutto il giorno, sai già cosa ti aspetta: gambe gonfie e doloranti dalla coscia in giù, fino ai piedi. Tranquilla: le gambe in estate sono un problema comune, soprattutto se si passa molto tempo in piedi. Vediamo insieme da cosa è causato l'edema da calore e alcuni consigli per ridurlo. Impariamo anche a capire quando il gonfiore potrebbe essere segno che qualcosa non va a livello venoso.

L'estate è la stagione che molti aspettano tutto l'anno: ferie, sole, divertimento, attività all'aria aperta, anguria sulla spiaggia. Non è forse tutto più bello in estate? Eppure, un risvolto negativo, purtroppo, c'è: le gambe gonfie in estate.

Perché con il caldo si soffre di gambe gonfie e doloranti? La colpa è di un fenomeno chiamato edema da calore: continua a leggere per scoprire cause e rimedi per dare sollievo alle gambe gonfie.

Gambe gonfie: cause del gonfiore estivo

Le gambe gonfie in estate sono il risultato di un accumulo anomalo di liquidi nei tessuti del corpo: è quello che, in medicina, si definisce edema. In particolare, l'edema da calore è un gonfiore legato alle temperature elevate: il caldo, infatti, provoca la dilatazione dei vasi sanguigni e l'indebolimento delle piccole valvole che regolano il flusso, rendendo difficile per le vene pompare il sangue verso il cuore.

Questa cattiva circolazione provoca la ritenzione di liquidi nelle gambe: i liquidi corporei faticano a risalire e ristagnano sul fondo degli arti (caviglie, piedi, polsi, mani) per effetto della gravità. Insomma, gambe gonfie e ritenzione idrica vanno a braccetto. Ecco spiegato il motivo per cui le gambe diventano gonfie e doloranti con il caldo. Ma perché non tutti ne soffrono?

Fattori di rischio dell'edema da calore

Anche se avere le gambe gonfie in estate è una situazione comune, ci sono persone più a rischio rispetto ad altre. Si tratta di:

  • persone non abituate a vivere in climi caldi. Il loro corpo non ha avuto il tempo di acclimatarsi alle alte temperature e può risentirne;
  • persone in sovrappeso, a causa della loro tendenza a trattenere più acqua;
  • anziani, il cui apparato circolatorio è provato dall'età.

Come capire se soffri di gambe gonfie e ritenzione idrica?

Il segno più evidente dell'edema da calore è, appunto, la sensazione di gambe gonfie e doloranti, ma potresti sperimentare anche altri sintomi:

  • Gonfiore o tensione dei tessuti percepibile appena sotto allo strato superficiale della pelle;
  • Pelle tesa, tirata o lucida;
  • Zone di pelle che, dopo essere state strizzate per alcuni secondi (come quando schiacciamo la coscia a caccia di un buchetto di cellulite!) conservano una o più fossette;
  • Addome ingrossato.

Quando consultare il medico per le gambe gonfie

Se non hai gambe gonfie solo in estate - ossia, se l'edema rimane anche in altri momenti ed è associato a uno qualsiasi dei sintomi che elenchiamo di seguito, drizza le antenne: il tuo sistema venoso potrebbe richiedere una visita specialistica.

  • Gonfiore che si sviluppa in una sola gamba
  • Arrossamento
  • Stanchezza eccessiva
  • Prurito
  • Sensazione di bruciore
  • Crampi frequenti

Gambe gonfie: rimedi per goderti l'estate

È ufficiale: soffri di un comunissimo edema da calore. Ma esistono rimedi per le gambe gonfie in estate? È possibile prevenire il gonfiore? Buone notizie: ecco alcune strategie da adottare a casa per dare sollievo alle gambe gonfie e doloranti:

1Riduci il consumo di sale: il sodio può incrementare la ritenzione idrica, quindi cerca di consumarne meno possibile: sostituiscilo con spezie ed erbe aromatiche!

2Mantieniti ben idratata: bere molto è sempre fondamentale in estate, quando molti liquidi vengono espulsi dal corpo tramite la sudorazione. Ma è ancora più importante come rimedio alle gambe gonfie, perché aiuta a tenere a bada i problemi di ristagno dei liquidi

3Solleva i piedi appena hai un momento: durante la pausa pranzo o la sera prima di dormire, siediti o sdraiati tenendo i piedi più in alto del cuore (per esempio, appoggiati al muro o a una sedia). A letto, poggiali su un cuscino: faciliterai il ritorno venoso.

4Indossa calze a compressione: Se già soffri di insufficienza venosa, indossare calze di sostegno - ossia calze che esercitano una pressione sulle vene delle gambe per aiutare il sangue a risalire verso il cuore - contribuisce significativamente a ridurre l'edema.

5Mantieniti in movimento: Anche esercizi semplicissimi come camminare, andare in bicicletta (o cyclette), ruotare le caviglie e fare stretching dolce possono aiutare a dare sollievo dal gonfiore.

6Sfrutta i benefici del freddo: Innanzitutto, puoi fare frequenti pediluvi freddi (o freschi!), puntando il getto della doccia sulle caviglie e risalendo lentamente verso l'inguine.

fascie cryo slim guam

In più, puoi affidarti a prodotti specificamente sviluppati per drenare i liquidi in eccesso e regalare una nuova leggerezza alle gambe, aiutando il ritorno venoso. Un consiglio? Le Cryo Slim Fasce di GUAM, il trattamento in bende che aiuta a riattivare la microcircolazione. Ecco come funziona:

  • Avvolgi le bende sulle gambe, senza stringere troppo: le bende devono rimanere morbide.
  • Parti dal basso e mano a mano risali, fino all'inguine. Da subito, percepirai un piacevole effetto di compressione sulle caviglie: la tua circolazione inizia a riprendersi!
  • Attendi 15 minuti: un quarto d'ora è sufficiente a far sì che gli attivi contenuti nelle bende (alghe marine, oligoelementi ed estratti vegetali) facciano il loro lavoro, ossia: drenare i liquidi in ristagno, donare sollievo alle gambe gonfie, migliorare la microcircolazione.

ARTICOLI CONSIGLIATI