Ritenzione idrica alle gambe: cause e rimedi

La ritenzione idrica è una problematica molto comune tra la popolazione femminile, ma perché accumuliamo liquidi nelle gambe? Scopri come combatterla efficacemente.

Le gambe, i piedi e le caviglie sono gonfie, pesanti e questa sensazione si protrae spesso anche per tutta la giornata, non solo la sera, quando i ritmi rallentano. Uno dei segni caratteristici infatti è proprio l’edema, ovvero il rigonfiamento dei tessuti che può portare anche a delle fluttuazioni del peso corporeo, che aumenta.

Quello che si sta verificando è un accumulo in eccesso di liquidi nel corpo.

Le cause possono essere svariate, la ritenzione può dipendere infatti dalla presenza di patologie come il diabete o problemi renali, ma sicuramente una buona percentuale la fa la genetica insieme ad uno stile di vita scorretto, aggravato magari dalla poca attività fisica oppure anche condizioni passeggere come le variazioni ormonali dovute al ciclo mestruale. La donna difatti ne è particolarmente soggetta a ridosso delle mestruazioni o nel periodo del pre-ciclo come anche in gravidanza o in menopausa. Anche la pillola anticoncezionale può causare variazioni ormonali che vanno a incidere negativamente sull'idratazione, facendo trattenere liquidi e causando gonfiore.

Ma perchè si accumulano i liquidi nelle gambe?

La circolazione sanguigna è adibita a nutrire tutti i distretti del nostro corpo, arrivando fino alle parti più remote grazie alla rete dei capillari. Per far sì che circoli, il sangue, ha un'andata (circolo arterioso) e un ritorno (circolo venoso). Il viaggio comincia dal cuore che spinge il sangue, il quale dovrà però risalire e a questo compito ci pensa proprio il sistema venoso che raccoglie il sangue refluo per riportarlo al cuore.

Il percorso di andata è più facile mentre, tornando, il sangue deve fare i conti con la forza di gravità ed è così che nelle gambe troviamo delle valvole adibite proprio a farlo scorrere in questa direzione, controcorrente.

Un altro ruolo importante in questo gioco ce l'ha il sistema linfatico che va a braccetto con il circolo sanguigno e che permette di recuperare tutte le scorie residue e i liquidi fuoriusciti dal torrente sanguigno. Il sistema linfatico però non è sorretto dal cuore o da pompe per la risalita, ed è qui dunque che, se la circolazione linfatica presenta anomalie, avviene un ristagno di liquidi che si fa fatica a drenare.

Si sommano dunque l'eccessiva presenza di tossine e prodotti di scarto causati dall'alterata circolazione sanguigna allo scarso apporto di ossigeno per mancanza di afflusso di sangue arterioso.

Una delle cause più frequenti è l'insufficienza venosa ovvero un malfunzionamento delle valvole di risalita nelle gambe che non permettono al sangue venoso di essere pompato correttamente e dunque una quota di sangue venoso, ritorna comunque verso il basso. Stessa cosa succede nel sistema linfatico, dove prende il nome di linfedema.

Nemici della ritenzione idrica alle gambe sono:

  • la sedentarietà che non permette al sangue di avere un buon ricambio;
  • il peso corporeo in eccesso, sovrappeso o obesità;
  • una dieta squilibrata con eccessi di grassi, sale e zuccheri;

I rimedi naturali contro la ritenzione idrica alle gambe

Una cosa positiva bisogna dirla, eliminare la ritenzione idrica alla gambe è possibile. Il lavoro deve essere combinato perchè si deve andare ad agire sia sul drenaggio dei liquidi in eccesso sia sulla circolazione che sul sistema linfatico per eliminare quei fastidiosi liquidi in eccesso. Procedimento utilissimo per risolvere gli inestetismi della cellulite, essendo il ristagno interstiziale, uno dei principali cofattori del fastidioso inestetismo.

Acqua e molecole infatti dovrebbero essere filtrate regolarmente dai capillari sanguigni verso i tessuti dove portano ossigeno e nutrimento, per poi essere raccolte dai capillari linfatici, ma questo non avviene se abbiamo a che fare con la cellulite.

Per combattere la ritenzione idrica nelle gambe e di conseguenza gli inestetismi della cellulite infatti, servono delle sostanze che siano in grado di regolare la permeabilità capillare migliorando il tono venoso ma non solo. Bisogna lavorare anche per contrastare l’infiammazione e il danno ossidativo, perché quando la rete dei capillari filtra di più di quello che dovrebbe, si attiva una risposta infiammatoria, che, a lungo termine, porta ad un'infiammazione nella matrice extracellulare e alla fibrosi.

pantadren salino guam ritenzione idrica gambe

Le Alghe Guam

  • FUCUS VESICULOSUS, un'alga bruna ricca di oligoelementi, vitamine e minerali, che grazie a questo suo elevato contenuto di attivi, favorisce la vasodilatazione a livello capillare, migliorando la microcircolazione, prerogativa importantissima per sconfiggere la ritenzione, e permettendo una migliore penetrazione degli attivi benefici.
  • LAMINARIA DIGITATA, anch'essa ricca di vitamine e minerali che sono stati catturati nell'estratto naturale BIOACTIVITY DI ALGHE GUAM, potente antiossidante per contrastare l'azione dei radicali liberi e proteggere dallo stress ossidativo. Ottimo per favorire la circolazione dei liquidi interstiziali.

Il sale: il miglior ingrediente igroscopico

Igroscopico significa sostanza in grado di attirare l'acqua a sé ed è quello che fanno i SALI MARINI DEL MAR MORTO utilizzati in Pantadren Salino. Il sale di questa zona geografica è unico nel suo genere per ricchezza di minerali come magnesio, potassio, calcio, bromo, noti per le loro straordinarie proprietà sulla pelle. Agendo per osmosi, richiamano l'acqua che ristagna nei tessuti agendo da forte drenante e asciugando i liquidi in eccesso.

Gli attivi vegetali

  • Caffeina,dalla pianta del caffè ma non solo, l'attivo dimagrante per eccellenza, la caffeina. Grazie al suo meccanismo d'azione agisce favorendo il drenaggio dei liquidi e l'eliminazione dei depositi adiposi che causano la cellulite.
  • L'edera, grazie alle sue proprietà, è una pianta con un'ottima azione antinfiammatoria e drenante. Il suo estratto favorisce il riassorbimento dei liquidi che impregnano i tessuti, contrastando la congestione del tessuto cellulitico sottocutaneo. Vasoprotettrice, facilita l'eliminazione di acqua e tonifica la pelle.

ARTICOLI CONSIGLIATI