MAGAZINE

I NOSTRI VALORI
I NOSTRI VALORI
IL TRATTAMENTO PER LE TUE ESIGENZE
IL TRATTAMENTO PER LE TUE ESIGENZE
LA BEAUTY ROUTINE DELLA DOTTORESSA
I CONSIGLI DEI NOSTRI SPECIALISTI
I SEGRETI DELLE BLOGGER
I SEGRETI DELLE BLOGGER
CURIOSTA' SULLE NUOVE LINEE
CURIOSTA' SULLE NUOVE LINEE
DICONO DI NOI
DICONO DI NOI

PIÙ VITA AI TUOI CAPELLI! TUTTI I SEGRETI PER MANTENERE I CAPELLI IN PIENA SALUTE

Ad un certo punto succede…allo specchio ti vedi i capelli opachi, secchi e sfibrati, in altre parole stressati, ed ora, che fare?

Se ci seguirai passo dopo passo potrai riavere una chioma in forma in breve tempo

In questo articolo ti illustreremo i trattamenti esterni da effettuare sul fusto del capello, che sono i più immediati e soddisfacenti, ma considera che è importante rinvigorire il capello anche dall’interno con l’alimentazione.

I miei capelli stanno bene?  

I capelli che stanno bene si vedono! Sono lucidi, morbidi e non si annodano facilmente. Tutto ciò dipende dalla salute della cuticola, la parte più esterna del capello, che deve essere integra, mentre se è danneggiata i capelli risultano essere opachi, ruvidi al tatto e difficili da pettinare. 

Curiosità: come è fatto un capello?

Immagina il capello come la sezione del tronco di un albero: 

  • Lo strato più esterno si chiama CUTICOLA e corrisponde alla corteccia dell’albero: ha funzioni protettive ed è fatta a scaglie simili alle tegole dei tetti.
  • Al di sotto della cuticola troviamo la CORTECCIA, che corrisponde al legno dell’albero: è la parte più spessa del capello, conferisce consistenza, forma e colore. 
  • Al centro troviamo il MIDOLLO (corrisponde all’ultimo anello interno del tronco dell’albero)

Perché i capelli si spezzano, diventano opachi o si formano le doppie punte?

I capelli diventano opachi quando le scaglie della cuticola si sollevano e non riflettono più la luce, puoi immaginare il tutto come una pigna chiusa (capello sano) e una pigna aperta (cuticola danneggiata). I fattori esterni che influiscono sul fusto del capello sono tanti e di vario tipo:

Gli agenti atmosferici o ambientali (sole – raggi UV, caldo, vento, salsedine, smog, cloro..)

Le nostre abitudini, come ad esempio

    • uso eccessivo di phon, piastre, brushing “strong”
    • trattamenti cosmetici aggressivi (anche shampoo), decolorazioni, permanenti
    • spazzolature e pettinature energiche, acconciature strette, capelli troppo tirati, ecc.

Dapprima ne risente la cuticola, ma se il danno è più profondo le robuste fibre di cheratina della corteccia si possono danneggiare e rompere: il capello diventa fragile, si spezza con più facilità e alla fine del fusto ecco che compaiono le doppie punte. A questo stadio l’unico rimedio è un buon taglio, ed è per questo che nella prevenzione riveste fondamentale importanza l’utilizzo di balsami, maschere, impacchi e prima ancora una buona detersione.

NIENTE PAURA…. METTIAMOCI ALL’OPERA!

Scopri passo dopo passo i segreti, i suggerimenti ed i trattamenti giusti per rinforzare i capelli ed avere chiome sempre felici!

COME RIGENERARE I CAPELLI: I FONDAMENTALI

Prima regola importantissima: evitare di stressarli troppo. Ippocrate diceva “Primum non nŏcēre” che significa "per prima cosa, non nuocere", a partire dai normali gesti quotidiani. Almeno in questa fase “ricostituente” dobbiamo coccolare i nostri capelli dolcemente, guarda qui sotto! 

  1. L’asso nella manica: l’impacco pre-shampoo. Per una cura “ricostituente” strong, l’asso nella manica è un impacco nutriente da lasciare in posa per 15-20 minuti sui capelli asciutti prima dello shampoo. Concentriamoci su lunghezze e punte, zone notoriamente più secche e rovinate; la situazione apparirà subito via via migliore se lo applichiamo con costanza 1 o 2 volte in settimana per almeno 1 mese! Gli impacchi sono a base di oli o burri, tipo burro di Karité, olio di mandorla, jojoba, argan, lino, questi i più utilizzati. Il classico impacco “della nonna” con uovo e olio di oliva funziona, ma lascia un odore non proprio irresistibile…Fai seguire all’impacco uno shampoo delicato. 

  1. Shampoo, mon amour! Utilizziamo shampoo delicati e poco schiumogeni. Se abbiamo l’abitudine di lavarli molto spesso o usciamo poco di casa possiamo anche diluirli con acqua e insaponare i capelli una sola volta per non sgrassarli troppo.
Una soluzione super-comoda e super-efficace 2 in 1? IMPACCOINTEGRATORE UPKer di GUAM!

Un vero e proprio impacco ma con delicata azione lavante, da mettere sui capelli bagnati, lasciare in posa qualche minuto e risciacquare. Un concentrato di Undaria Pinnatifida, un’alga marina bruna, per un trattamento urto ipernutriente e restitutivo che agisce sia a livello del cuoio capelluto che a livello del fusto del capello. Il tutto in maniera naturale, senza paraffine, oli minerali, lanoline, PEG, parabeni, SLS, SLES. Da provare!

  1. Gli intoccabili: Maschera/Balsamo post-shampoo. Balsamo e maschera sono irrinunciabili: formano una pellicola protettiva intorno ai fusti che preserva la cuticola dai danni. Bisogna applicarli dalle radici alle punte e non possono assolutamente essere dimenticati dalle persone con i capelli lunghi o in caso di trattamenti come decolorazioni, tinture o permanenti. Questi prodotti vanno tenuti in posa dopo lo shampoo per 5-10 minuti e poi risciacquati.
LA SOLUZIONE GUAM: shampoo con attivo ristrutturante e maschera ristrutturante UPKer

Questi prodotti hanno un’ottima formula con elevato potere ristrutturante, nutriente e riparatore grazie alla sinergia tra un mix di estratti di alghe marine (tra cui Undaria Pinnatifida), cheratina, olio di Argan, succo di aloe e altri importanti principi attivi tra cui il burro di Karité per la maschera. Il tutto in maniera naturale, senza paraffine, oli minerali, lanoline, PEG, parabeni, SLS, SLES.

  1. Risciacquo in dolcezza Acqua tiepida e non calcarea. Il calcare è un minerale che si deposita sul fusto dei capelli e li rende opachi e secchi; l’ideale sarebbe risciacquare i capelli con acqua filtrata da un depuratore e tiepida per non sollevare troppo le scaglie della cuticola.

LA SOLUZIONE GUAM: acqua risciacquo finale ravvivante UPKer

Acqua addolcente appositamente formulata per l’ultimo risciacquo, con proteine ed estratti di alga Undaria Pinnatifida che rinforzano i capelli; questo prodotto elimina il calcare, chiude le squame della cuticola, protegge, rinforza e ripara il fusto del capello. Il capello riacquisterà così la sua naturale idratazione e bellezza diventando morbido, leggero, lucido, facilmente pettinabile. Il tutto in maniera naturale, senza paraffine, oli minerali, lanoline, PEG, parabeni, SLS, SLES. 

5.Attenzione all’asciugatura I capelli sono molto porosi ed assorbono acqua facilmente, incrementando il loro peso dal 12 al 18%; per questo si dovrebbe evitare qualsiasi brusca manovra sui capelli bagnati! 

Al posto della classica “frizionatura” con l’asciugamano i capelli vanno tamponati dolcemente, e in questa fase evitare di pettinarli, spazzolarli, attorcigliarli e mettere mollette o elastici. Il massimo sarebbe asciugare i capelli all’aria aperta. In alternativa, bisogna utilizzare bene il phon: va tenuto a circa 15 cm dalla testa e la temperatura non deve essere troppo alta per non danneggiare il fusto del capello e la microcircolazione del cuoio capelluto.

Attenzione alla pratica del brushing strong, il capello ci premierà.

6. Una bella acconciatura “soft” Mandiamo in vacanza anche elastici, mollette ed accessori, almeno fino a quando i capelli non saranno “guariti” dal periodo down! Code alte, trecce e chignon possono essere sostituite da acconciature più morbide, anzi, se puoi, lascia sciolti i capelli lunghi. 

7. Il massaggio al cuoio capelluto? Utile! Il massaggio al cuoio capelluto per rinforzare i capelli è utile perché favorisce la circolazione del sangue, che porta ossigeno e nutrimento al capello, ma deve essere fatto bene, come se dovessimo “scollare” la cute, mai sfregando come se cancellassimo qualcosa dalla testa. Per risparmiare tempo questo tipo di massaggio si può effettuare anche mentre facciamo lo shampoo.


I FALSI MITI DA SFATARE

100 colpi di spazzola…Le nostre nonne ci dicevano che per avere i capelli belli 100 colpi di spazzola potevano fare miracoli! Al contrario adesso sappiamo che la spazzolatura e la pettinatura in realtà danneggiano il fusto del capello in quanto sollevano le scaglie della cuticola.

I capelli si rinforzano con il taglio. Non è vero. Abbiamo la sensazione che il capello sia più grosso perché ne tagliamo la punta che notoriamente è più sottile e comunque è necessario tagliarli quando il fusto è rovinato e compaiono ad esempio le doppie punte.

Il balsamo ingrassa i capelli fini. Il balsamo o la maschera vanno utilizzati su tutti i tipi di capelli, in particolar modo quelli fini che per loro natura sono più vulnerabili, bisogna solo scegliere un prodotto specifico per tale tipo di capello, studiato appositamente per idratarlo ma non appesantirlo.

Davvero poco tempo? Guarda questa soluzione GUAM!!
Cristalli con attivi ristrutturanti GUAM UPKer

Un olio senza risciacquo che forma una lamina protettiva sul fusto del capello, esercitando un’azione nutritiva, emolliente, riparatrice e lucidante immediata, ma che dura nel tempo. A base di olio di Argan e di Lino, più estratto di Fucus, non unge il capello e può essere utilizzato sia sui capelli umidi che asciutti, proteggendoli dall’umidità. Il tutto in maniera naturale, senza paraffine, oli minerali, lanoline, PEG, parabeni, SLS, SLES.

Ancora alla ricerca del tuo prodotto ideale? Contattaci sui nostri Social per un consiglio!