Guam: la natura
È dentro di noi

Ecologia e sostenibilità

La sostenibilità ambientale è uno dei principi fondamentali che ci guida da più di 35 anni; i nostri prodotti nascono dall'ingrediente che ha dato origine alla vita stessa, le alghe marine che crescono spontaneamente nei fondali dell'oceano, ogni anno, da sempre.

Acquistando Guam, si ha la certezza di scegliere prodotti a base di principi attivi naturali, pensati e creati nel rispetto dell’ambiente.
Scopri il nostro percorso eco-frendly verso la sostenibilità.

Ecologia e sostenibilità

ENERGIA DA FONTI RINNOVABILI:

Lacote è dotata di un'impianto fotovoltaico da 64 Kw dal 2011. Nel 2020 ha risparmiato 41.047 Kg di CO2, pari a 2052 alberi piantati.
Per produrre 1 Kwh di energia elettrica vengono bruciati mediamente l'equivalente di 2.56 Kwh di combustibili fossili, pari a 0.53 Kg di CO2 emessi nell'atmosfera (fonte Rapporto ISPRA 2020). Lacote producendo, con il suo impianto fotovoltaico nell'anno 2020, 77.447 Kwh di energia elettrica, ha evitato di emettere in atmosfera 41.047 Kg di CO2, che in modo simbolico possono essere quantificati in 2052 alberi che in un anno sono in grado di assorbire proprio 41047 Kg di CO2.

RACCOLTA DELLE ALGHE NEL RISPETTO DEI FONDALI MARINI

Lacote raccoglie le alghe con lo "scoubidou", un metodo di raccolta tradizionale che non recide il tallo dell'alga, la parte ancorata al fondale marino, garantendo un rinnovo continuo di questa risorsa così preziosa.

Una volta raccolte e portate a riva, le Alghe Guam vengono distribuite uniformemente in campi di vaste dimensioni per essere essiccate ed areate al sole e al vento oceanico, senza dispendio di altra energia.

Successivamente le alghe vengono macinate e miscelate agli altri ingredienti attraverso procedure svolte rigorosamente a freddo per mantenere inalterate le proprietà e le caratteristiche originarie.

prodotto vegano materie prime naturali

Assenza di derivati animali nelle materie prime che utilizziamo.

La formulazione dei nostri Fanghi d'Alga contiene ingredienti di origine naturale in una percentuale superiore al 98%.

CONFEZIONI IN CARTONE CErTIFICATO FSC

La selezione dei fornitori di packaging e dei materiali pubblicitari per il punto vendita è avvenuta privilegiando quelli che adottano i più avanzati Sistemi di Gestione per la Qualità (CSQ) e di Gestione Ambientale (CSQ-EC). I prodotti cartacei utilizzati hanno l’approvazione FSC (Forest Stewardship Council – Consiglio di Gestione delle Foreste), che assicura che i prodotti forestali sono stati raccolti responsabilmente e che sono stati controllati a partire dalla foresta di origine per tutta la filiera produttiva.

Dalla ricerca continua dei laboratori di Lacote Study & Reserach nasce DEJAVERT

Prodotti sostenibili, ecologici, compostabili pensati per salvaguardare la nostra vita e quella del pianeta.

DEJAVERT

"perseguiamo l'idea di un prodotto che crei armonia e rispetto fra persona & ambiente"

Un nuovo progetto in cui Lacote vuole rendersi partecipe della ricerca mondiale in atto sul concetto di sostenibilità ambientale, in termini di riduzione degli sprechi e del passaggio dalla civiltà del petrolio a quella delle energie pulite: passaggio che mediante l’utilizzo di materie prime presenti in natura, quali le Alghe, insieme all’uso di energie pulite rinnovabili, farà entrare appieno in una nuova era, quella di un rapporto armonioso tra essere umano ed ambiente. La ricerca che Lacote ha effettuato sull'uso delle alghe marine ha evidenziato alcuni campi di possibili applicazioni a fini non solo commerciali, ma anche e soprattutto etici: l’uso delle alghe marine non si limita infatti solo a cosmetici e indumenti funzionali, ma si sta espandendo ad altri campi, nei quali è molto forte una connessione operativa tra scienza, ricerca interdisciplinare, sperimentazione e industria, con lo scopo di produrre e condividere risultati ed obiettivi sperimentali raggiunti sui campi più disparati. Come Lacote, in questa fase iniziale ci siamo concentrati sui seguenti campi :
- Coloranti naturali per tessuti derivati da alghe - Depuratori ambientali basati su ‘foglia bionica’
- Sistemi di Biomimetica applicata all’urbanistica al design e alla produzione industriale (stampanti 3D)
- Cartone ondulato e compensato per arredamento
- Guaine impermeabilizzanti
- Bioplastica
- Elementi di arredo domestico realizzati con impasto di alga stampabile.
La base comune a tutte le categorie è che utilizzano come elemento principale le alghe, sia marine che d’acqua dolce, e le microalghe: straordinarie risorse praticamente illimitate, sempre disponibili e non soggette ad esaurimento in natura, attraverso le quali sarà possibile ridurre sensibilmente l’inquinamento atmosferico, principale responsabile del riscaldamento globale insieme alla distruzione degli ecosistemi arborei che non riescono più a frenare l’accumulo della famigerata anidride carbonica.

FOGLIA BIONICA, REALIZZATA CON ALGHE, CHE PURIFICA L’ARIA E ASSORBE CO2

La foglia è costituita da un contenitore di vetro realizzata con una stampante 3D dentro il quale viene versata acqua con delle microalghe, che con la luce solare ed artificiale innescano il processo di fotosintesi clorofilliana ed assorbono CO2 dall’aria dell’ambiente restituendo ossigeno.

SISTEMI DI PROGETTAZIONE ‘BIOMIMETICA’

Il termine Biomimetismo indica il trasferimento di processi biologici dal mondo naturale a quello artificiale ‘mimando’ i meccanismi che governano la natura, attraverso i quali l’uomo può trovare la soluzione ad innumerevoli problemi di natura ambientale. Il termine nasce come branca della tecnologia e trae nozioni dalla natura per sviluppare materiali, processi o strutture artificiali utilizzati sia in ambito industriale che architettonico ed urbanistico. Per citare qualche esempio di prodotti già esistenti si possono ricordare la vernice autopulente ispirata alle foglie di loto, oppure l’adesivo il cui meccanismo di fissaggio replica il modo in cui il geko si attacca alle superfici con milioni di minuscole setole, i display degli schermi di alcuni lettori di libri elettronici attraverso membrane riflettenti e rifrangenti come accade in natura nella farfalla Morpho. Lacote ha contattato due studi che, con questa particolare forma di progettazione sia a livello di design di oggetti che a livello di impostazione urbanistica e territoriale, stanno definendo nuovi ed innovativi modelli di sviluppo con impostazioni di progetti ecocompatibili molto avanzati partendo dall'alga come materia prima.

COLORANTI PER TESSUTI FATTI CON ALGHE MARINE

Uno studio di designers tedesche ha realizzato una serie di coloranti naturali derivati dalle alghe marine assolutamente atossici e fotosensibili ideali per realizzare tessuti da abbigliamento e da arredamento domestico (lenzuola, rivestimenti per divani e tende...). La particolarità di questi coloranti è l’utilizzo di microalghe per creare tinte naturali per tessuti senza l’uso di sostanze chimiche e tossiche. Questi tessuti Ecobio se presenti all’interno dell’abitazione contribuiscono ad apportare una maggiore ionizzazione dell’aria ambiente, migliorando la sensazione di benessere e rilassamento.

TESSUTI PER ARREDAMENTO

A integrazione delle proposte già realizzate con prototipi di federe, lenzuola, asciugamani e accappatoi, stiamo seguendo il settore della produzione di arredi per quanto riguarda l’imbottitura di cuscini e materassi, sempre per avere un ambiente privo di sostanze tossiche volatili. Questi tessuti hanno anche caratteristiche particolari come l’essere disinfettanti naturali antibatterici privi di tossicita’ che possono provocare allergie e contribuiscono a migliorare l’igienizzazione degli ambienti.

OGGETTI DI ARREDAMENTO REALIZZATI CON IMPASTO DI ALGHE FOCUS

Dall’uso di alghe è possibile ricavare contenitori biodegradabili in sostituzione della plastica attuale, che è composta da polimeri derivanti dal petrolio.

COLORANTI PER TESSUTI FATTI CON ALGHE MARINE

Una proposta dagli sviluppi potenziali molto importanti: dalla semplice raccolta lungo le spiagge di un tipo particolare di alghe, sembra sia possibile ricavare un impasto che consente la stampa di oggetti come scocche di sedie o lampade o scaffali. L'idea non è soltanto carina in sé, ma ha prospettive rivoluzionarie in quanto potrebbe consentire di realizzare tutta una serie di materiali, a partire da cartoni ondulati a basso costo, senza bisogno di ricorrere alla cellulosa degli alberi, come pure di realizzare compensati senza bisogno di impiallicciature di legno. Un passo motlo significativo in termini di sostenibilità in quanto non sarebbe più necessario abbattere tante piante per ricarne il legno.