Contatta il centroX

Obiettivo snellire: come ci può aiutare l’attività fisica

Marco Rorato
scritto da
Marco Rorato
Trainer
18 May

La bella stagione sembra ormai dietro l’angolo, e anche se quest’anno il tempo primaverile ci ha tirato brutti scherzi offrendoci giornate meravigliose alternate ad altrettanti giorni dalle temperature quasi invernali, ormai possiamo dire che ci avviciniamo al tempo da passare in spiaggia o in piscina: detto questo …chi di noi si sente veramente pronto alla PROVA COSTUME?

Sarà per via del mio mestiere di preparatore fisico ma credo che solo un atleta possa darmi una risposta affermativa.

Un atleta è per mia definizione chi si allena almeno 3 volte a settimana a ritmi sostenuti. Se ti senti tale e hai seguito i post dei mesi precedenti, allora sei sulla buona strada!

Abbiamo parlato di attività aerobica, di allenamenti sulla forza, di gestione di punti cardine per programmare l’attività fisica tenendo alto l’umore e la motivazione, distribuendo bene l’energia e i recuperi.

Snellire il nostro corpo è prerogativa multifattoriale: consiglierei sempre di contattare un buon nutrizionista per stabilire se la nostra alimentazione è più o meno corretta per  intervenire quindi sulla composizione corporea composta da MASSA MAGRA (si intende la parte di massa di un organismo che esclude il grasso di deposito, cioè acqua, proteine, minerali, glucidi, grasso essenziale) e MASSA GRASSA cioè la parte di massa (peso) di un organismo costituita dall’organo adiposo, ovvero dal grasso corporeo.

L’esercizio fisico poi ci viene sempre in aiuto. Mi trovo sostanzialmente d’accordo con molti colleghi, addetti ai lavori e medici, come il Dottor Fabrizio Duranti che ricorda di adottare e adattare il nostro corpo alla CRONOBIOLOGIA. Saper scegliere il momento migliore della giornata da dedicare all’attività fisica e alla corsa, soprattutto.

Se ci alleniamo al mattino, poco dopo esserci svegliati, a digiuno, il nostro corpo in stato di ipoglicemia (con riserve di zuccheri quasi nulle) farà attivare alcuni ormoni del nostro organismo, come l’ORMONE DELLA CRESCITA (GH), ormone iperglicemizzante che, chiamato in causa, stimolerà la produzione di massa magra, diminuirà la massa grassa e ci darà energia aumentando il nostro metabolismo, cioè la nostra spesa energetica anche quando siamo a riposo.

Se poi vogliamo fare bingo possiamo provare questa strada: a digiuno al mattino, dopo un corretto WARM UP che ci terrà lontano da infortuni e dolenzie muscolari, possiamo cominciare la seduta di allenamento con esercizi di forza (quelli funzionali a corpo libero e con pesi liberi si sono dimostrati molti efficaci nella riduzione del tessuto adiposo), che intaccheranno le scorte degli zuccheri della sera prima, e concludere con un po’ di corsa aerobica per smantellare il tessuto adiposo.

Tentar non nuoce: approcciamo questo programma per gradi e impariamo ad ascoltarci sempre per comprendere se può essere la soluzione giusta.

“Non bisogna tenere in massimo conto il vivere come tale, bensì il vivere bene.” (Platone)

Buon movimento a tutti!

Marco

TOP
X
- Enter Your Location -
- or -