Contatta il centroX

La tavola di PASQUA: trucchi e ricette per permettersi di sgarrare senza conseguenze per la linea

Elisabetta Battilani
scritto da
Elisabetta Battilani
Nutrizionista
25 Marzo

Una cosa è certa: nei giorni di festa è difficile stare a dieta, rischiando di sprecare un momento di felice convivialità con le persone più care. Quindi, nonostante tutto, almeno per Pasqua e per il lunedì dell’Angelo è bene concedersi un po’ di libertà alimentare. Questo non significa però necessariamente fare indigestione.

E’ bello godere insieme del buon cibo a tavola all’interno di una festa che può essere piacevole prima, durante e dopo il pasto stesso!

L’alimento principe del periodo è l’UOVO!

Benvenute uova in tavola: grazie alla presenza importante di proteine, abbassano l’impatto glicemico dei piatti in cui siano contenute con buone ripercussioni sul rischio di ingrassamento, sul controllo glicemico e sull’obesità. Inoltre, l’alto contenuto di vitamina D3 permette loro di essere gustose “porticine” di piccoli accessi al buonumore. Un mito da sfatare: è ormai scientificamente accertato che i livelli di colesterolo nel sangue non dipendono tanto dalla quantità di colesterolo introdotto ma da quella che viene prodotta nell’organismo.

Via libera anche alle uova di cioccolato…ma FONDENTE!

Anche il cioccolato è stato negli anni rivalutato per le sue buone qualità sulla salute cardiovascolare e addirittura sulla protezione da malattie neurodegenerative quali l’Alzheimer. Ovviamente si tratta del cioccolato super fondente o ancora più precisamente dell’azione del cacao, ricco, tra le altre cose, di polifenoli. Tutti abbiamo sperimentato la sua efficace azione antistress, associata alle sostanze chimiche che contiene, neurotrasmettitori (serotoninaendorfina, anandamide, feniletilammina) in grado di influenzare significativamente il tono dell’umore.

Chi fa del cioccolato un uso moderato e regolare, e lo abbia inserito in un contesto di buon equilibrio personale, sarà potenzialmente più disposto a fare del cibo uno strumento di nutrimento e di fruizione energetica e funzionale piuttosto che una pratica nevrotica.

L’importante quindi è essere flessibili, godere del proprio personale gusto e della propria personale esistenza: una piccola trasgressione smette di essere tale all’interno di un contesto di sano piacere e di un ascolto reale della propria fisiologia e dei propri bisogni.

… ed ora una gustosa e veloce RICETTA:

Ovetto con mousse al cioccolato

Sciogliere nel forno a microonde a bassa potenza 200 g di cioccolato amaro con 100 ml di latte. Aggiungere 120 g di burro e infine 4 tuorli, uno alla volta, mescolando. Aspettando che la crema finisca di raffreddarsi, montare a neve le chiare. Mescolando dal basso all’alto, incorporare le chiare d’uovo e riempire gli ovetti precedentemente aperti a metà. Infine mettere tutto in frigorifero per raffreddare. Calcolare almeno 3 ore.

Un’altra idea (se non riuscite a trovare gli ovetti) è quella di riempire delle ciotoline con la mousse e poi decorarle con dei piccoli ovetti di cioccolato, delle violette o delle primule.

… e se dopo le feste di Pasqua, tastandosi con le mani o guardandosi allo specchio, si trovano “pastosità” poco piacevoli e si desidera ritrovare la propria forma fisica…bisogna reagire prontamente ed attuare le 3 seguenti azioni:

  1. esci e cammina 30 minuti al giorno: stimolo efficace a far ripartire il metabolismo ed a potenziare la muscolatura.
  2. non saltare la prima colazione: la prima colazione permette ai muscoli di crescere e al grasso di accumularsi meno. Inoltre controlla l’umore, la fame e gli ormoni.
  3. fai una cena leggera: la cena leggera permette di riposare bene, di non accumulare inutili risorse che non si avrebbe tempo di consumare prima del sonno e di arrivare al risveglio con un sano languore che permette di cominciare bene la giornata. Puoi abbinare ad una porzione abbondante di verdura cruda, grigliata o saltata in padella con poco olio, acqua, aromi e spezie, una quantità moderata di carboidrati preferibilmente integrali e proteine: dove c’è pane integrale c’è pollo o uova, dove c’è cereale, come riso integrale, orzo, farro, quinoa, miglio c’è pesce o seme oleoso. La quota proteica diminuisce gli sbalzi glicemici consentendo una migliore gestione delle risorse energetiche.

I risultati arriveranno e saranno soddisfacenti e duraturi!

Buona Pasqua, serena ed equilibrata e…

un buon martedì dopo pasquetta a tutti!!!

 

 

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
TOP
X
- Enter Your Location -
- or -