Contatta il centroX

Fitness da ufficio

guam guam
scritto da
VINCY Malcangi
Redazione
23 Febbraio
Considerato che solitamente passiamo in ufficio le nostre 8 ore quotidiane, fatta eccezione per chi lavora part time, è buona cosa trasferire al lavoro un atteggiamento healthy, salutare, che riduca la sedentarietà e migliori al tempo stesso la produttività professionale. Tutto a vantaggio della salute fisica e dell’efficienza….come non citare il Mens sana in corpore sano, ovvero Mente sana in corpo sano?
A questo proposito, è utile ribadire come, ancor prima degli esercizi fisici, sia importante adottare un atteggiamento mentale di tutta salute che passa dall’alimentazione consapevole al benessere interiore che proprio in ufficio, si sa, può essere compromesso dalle relazioni fra colleghi non sempre ottimali.
Il movimento è tutto e per quanto possibile, si potrebbe inserire nel tragitto che da casa ci porta al lavoro una distanza coperta a piedi, ad un’andatura veloce, utile a smaltire calorie e scorie mentali varie che vanno dalla sfuriata, a torto o a ragione del capo, alle scaramucce fra colleghi. Finchè ci sono relazioni umane, infatti, ci sono anche e soprattutto i conflitti, che si affrontano e gestiscono meglio con una mente il più possibile zen, ovvero limpida, nel senso di oggettiva e razionale, che mette al bando reazioni emotive, personalismi e rancori prolungati.
Certo sarebbe meglio liquidare la questione con la battuta fulminante di Checco Zalone, che alla domanda “Che lavoro vorresti fare ?” risponde con arguzia ” Il posto fisso!”
OCCHI
Raggiunta la propria postazione di lavoro, che ipotizziamo fatta di computer, scrivania e sedia, è buona norma staccare gli occhi dal video almeno di tanto in tanto e rilassare la vista con un buon esercizio di palming.
Il palming consiste essenzialmente nel coprire gli occhi con i palmi delle mani (perché non approfittare prima di alzarsi, andare in bagno e lavarsi le mani ) e creare una condizione di buio, senza assolutamente comprimere gli occhi, ma con un atteggiamento il più possibile rilassato e per almeno cinque minuti.
E’ innegabile la sensazione di rilassamento di vista e mente che questo vecchio ed utilissimo trucchetto innesca, tutto a vantaggio della salute degli occhi e del benessere generale.
COLLO
Dagli occhi passiamo al collo : semplici torsioni, ovvero rotazioni laterali, flessioni avanti ed indietro, in serie da 10 alternate, assicurano un collo flessibile, che scongiura l’effetto “impagliato” o irrigidito.
GLUTEI
Veniamo ai glutei, croce e delizia di tutte le donne. La posizione seduta o in piedi non ha importanza, l’impegno è tutto concentrato sulla serie di contrazioni prolungate, seguita da rilascio rapido dei muscoli dei glutei.
La costanza e la regolarità nella pratica sono tutto e gli espedienti infiniti. Come non approfittare della tappa alla macchina fotocopiatrice per dare una bella sferzata ai muscoli, oppure meglio ancora, durante la pausa caffè davanti alla macchinetta ?
GAMBE STRETCH
Le gambe, è risaputo, beneficiano di sessioni di steps che rinforzano e tonificano.
Al lavoro, le rampe di scale a tempo di record sono una pratica da adottare al volo, mentre da seduti, allungare una gamba il più possibile sotto la scrivania, è un esercizio di stretching salutare per la circolazione.
Da ripetere 15 volte per ogni gamba.
BRACCIA SPALLE
E veniamo alle braccia e alle spalle. Qui potete dare il meglio con dei pesi light, dai 2 ai 3 kg, pratici e senza particolari problemi di spazio, da tenere a portata di mano in un cassetto della scrivania.
Una pratica costante, da adesso in avanti, vi garantisce se non i muscoli di Braccio di Ferro, di sicuro quelli tonici, giovanili che con la bella stagione, tutte vogliono mostrare al posto delle odiate braccia a tendine o peggio, ad ala di pipistrello.
In mancanza dei pesi, si può sopperire con le bottiglie d’acqua che, piene, vanno benissimo per esercizi di braccia e spalle. Munite di 1 o 2 bottiglie, muovere le braccia, distenderle in alto, lateralmente.
Concentrare la consapevolezza sui muscoli della schiena coinvolti e praticate una sana distensione.
Ulteriore stretching benefico per la schiena, si svolge da seduti, piegando il busto in avanti, il più possibile, idealmente con il mento sulle ginocchia e senza stiramenti. Mantenere questa posizione per almeno 15 secondi, è un ottimo massaggio che distende e rilassa la colonna vertebrale.
SQUAT AFFONDI
 Un ottimo modo per tenersi in movimento in ufficio sono gli squat o affondi : da in piedi, appoggiandosi come sostegno al bordo della scrivania, schiena ben dritta e braccia perpendicolari  al bordo del sostegno della scrivania, piegare le gambe, flettendo sulle ginocchia.Vale sempre la regola 15, ovvero 15 squats consecutivi, non importa la velocità.
A questo punto, la giornata in ufficio, fra lavoro e sessioni fitness,  è passata.
CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO
TOP
X
- Enter Your Location -
- or -